sabato 26 febbraio 2011

Al grido ‘’mutande libere per tutti’’ e’ partito l’ assalto alla diligenza dell’ informazione Rai

Al grido ‘’mutande libere per tutti’’ e’ partito l’ assalto alla diligenza dell’ informazione Rai

Al  grido ‘’mutande libere per tutti’’ e’ partito l’ assalto alla diligenza  dell’ informazione Rai.
G ferrara
Giuliano Ferrara conferma: rifaro’  la vecchia rubrica Radio Londra.
Il direttore de Il Foglio tornerà dunque in Rai, per condurre una trasmissione subito dopo il Tg1, nello spazio che una volta era occupato da "Il Fatto" di Enzo Biagi.
Il programma - a quanto apprende l'Adnkronos che per prima ha diffuso la notizia, in contemporanea con un’ intervista al Dg Masi sul Foglio- dovrebbe esordire entro marzo.
Dopo Vittorio Sgarbi e Bruno Vespa (noto in Rai come chi striscia non inciampa) il DG "traballante" dopo la satira di Luca e Paolo a Sanremo ("Ti sputtanerò") e dopo l'intervento fallito per "moderare" Santoro ad Annozero, ha deciso di piegarsi a uno dei tanti diktat sulla Rai che gli arrivano da Berlusconi e schiera in campo anche l’ Elefantino, per aiutare il suo padrone in tempi di battaglia politico-giudiziaria.
G ferrara1
Giuliano Ferrara, infatti,  è, in questo periodo, il propagandista più allineato con il presidente del Consiglio (vedi l'intervista rilasciata proprio al Tg del portavoce del cavaliere, Minzolini,  pochi giorni fa, o la manifestazione delle mutande pro-premier al Teatro Dal Verme di Milano).
Felice dell’ arrivo di Ferrara e’ il titolare del Minzulpop, il prode Augusto, il quale ha subito dichiarato: ‘’Mi sento meno solo’’. Minzolini, dopo avere cosi’ sentenziato, come il prode Anselmo
Andò in guerra e mise l’elmo... 
Mise l’elmo sulla testa
Per non farsi troppo mal
E partì la lancia in resta
e al TG1 riesce a far passare il Milleprovole (copyright della collega Natalia Lombardo dell’ Unita’) tra gli applausi e immortalando con le immagini il ritorno al sorriso del suo premier preferito mentre sostiene che ‘’nessuno governa’’ meglio di lui.
Bice Biagi, giornalista, figlia di Enzo,  gran maestro di giornalismo, ha detto, in una intervista a Federica Fantozzi dell’ Unita’ di non essere stupita. ‘’In questo paese e nella Tv, che – ha aggiunto – e’ specchio dell’ Italia di oggi, le cose vanno in un certo modo. E’ un momento ovviamente difficile per Berlusconi. In tutte le trasmissioni esponenti della maggioranza lo difendono a spada tratta contro l’ evidenza dei fatti. Ho assistito a interventi di deputate del Pdl davvero incredibili. Con un uomo delle capacita’ e abilita’ di Ferrara si crea un nuovo fronte. E’ un’ operazione che fa parte di questa logica’’.
Siamo all’ occupazione: con Ferrara, Sgarbi e Minzolini Rai1 diventa TeleArcore.
Siamo come scrive Massimo Giannini nella Repubblica all’ ‘’Editorialista unico’’. ‘’Con una controffensiva a tutto campo, che – afferma Giannini – va dalla militarizzazione politica all’ irreggimentazione mediatica, il ’berlusconismo da guerra’ compie un altro passo in avanti. I tg di bottega e i giornali di famiglia non bastano piu’. Per riscrivere il palinsesto della  nazione occorre un salto di qualita’. Se siamo in guerra, come vuole, e sostiene da tempo il presidente del Consiglio, serve una ‘Radio Londra’ che filtri e manipoli il racconto politico dal punto di vista della destra berlusconiana. Ferrara dovra’ aiutare il cavaliere a reggere l’ assedio a Palazzo Grazioli fino al termine della legislatura. Nel cuore della Struttura Delta (Le "guardie armate" del presidente del Consiglio nella carta stampata e nella tv: Giuliano Ferrara, direttore del Foglio, Alessandro Sallusti, direttore del Giornale, e Claudio Brachino, direttore di Videonews-Mediaset)  nasce una nuova figura strategica: l’ Editorialista Unico, in servizio permanente effettivo’’.
Non dobbiamo infine dimenticare che, intanto, è pronta a partire da lunedì 7 marzo alle 18.40 su Raidue la nuova avventura televisiva per Maurizio Costanzo: ‘’Maurizio Costanzo Talk’’. Un programma fatto di interviste sull'attualità e un confronto di opinioni. Gli autori sono, oltre Maurizio Costanzo, Luisella Testa, Pierluigi Diaco ed Enrico Vaime che con Costanzo è stato coautore di molte esperienze teatrali. Costanzo ha spiegato che il  ‘’programma è sicuramente quello delle televisioni generaliste che si annuncia particolarmente interattivo attraverso il sito web della Rai’’. Il pubblico degli internauti perciò potrà discutere degli argomenti trattati durante la puntata, suggerirne altri e dare il proprio voto al pro e contro. Infine ‘’Maurizio Costanzo Talk’’ si concluderá ogni giorno, dal lunedì al venerdì con ‘’Accadrà domani’’, all'interno del quale Enrico Vaime e Maurizio Costanzo fantasticheranno su eventi o occasioni impossibili.
Vedremo cosa accadra’ domani!

‘’…Cosi’ e’ se mi pare!’’

Nessun commento:

Posta un commento