domenica 27 febbraio 2011

Grandi imprese, occupazione in calo dell'1,6%

ISTAT

Grandi imprese, occupazione in calo dell'1,6%
Crescono le retribuzioni, +1,5% rispetto a 2009

I posti di lavoro sono diminuiti soprattutto nel settore industriale e dei servizi. L'istituto di statistica rileva che si tratta del dato peggiore registrato dal 2006

ROMA - L'occupazione nelle grandi imprese nel 2010 è diminuita dell'1,6% rispetto al 2009. Lo rileva l'Istat precisando che il dato è al lordo della cassa integrazione. Al netto della cassa l'occupazione nel complesso delle imprese con oltre 500 dipendenti è diminuita dell'1%. Si tratta del dato peggiore dal 2006, anno di inizio della serie storica. Nel 2009 il calo tendenziale nel complesso era stato dell'1,5%.

Nel 2010, rileva l'Istat, è diminuita soprattutto l'occupazione nelle grandi imprese industriali: nelle grandi aziende del comparto infatti l'occupazione è diminuita del 2,5% al lordo della cig mentre è scesa solo dello 0,7% al netto della cassa (molto utilizzata nel 2009). Nei servizi invece  nell'intero anno l'occupazione è diminuita dell'1,2% al lordo della cassa e dell'1,3% al netto della cassa integrazione.
Nel complesso delle grandi imprese si è registrato nell'anno un calo dell'1,6% dell'occupazione al lordo della cassa e dell'1% al netto della cassa. Al lordo della cassa se si considera la base di 2.1 milioni di lavoratori occupati nelle grandi aziende i posti di lavoro persi nell'anno sono circa 33.000. Nei soli servizi il calo è stato di 15.000 posti mentre nell'industria è stato di 18.000 posti.

Nel solo mese di dicembre l'occupazione è aumentata nelle grandi imprese industriali su base congiunturale sia al lordo (+0,1%) sia al netto (+0,6%) della cassa integrazione. Su base tendenziale i dati restano negativi con un calo dell'1,9%
al lordo della cassa integrazione e una diminuzione dello 0,8% al netto della cassa. Nei servizi l'occupazione è rimasta invariata rispetto a novembre (sia al lordo che al netto della cassa) mentre e" diminuita rispetto a dicembre 2009 (-0,6% al lordo e -0,7% al netto della cassa integrazione)

Retribuzione. In aumento dell'1,5% le retribuzioni nelle grandi imprese. A dicembre, invece, rispetto a dicembre 2009 l'aumento della retribuzione lorda per dipendente è stato dello 0,9%.
Per ora lavorata la retribuzione lorda ha fatto registrare  a dicembre un aumento (al netto della stagionalità) dello 0,9% rispetto al mese precedente. La variazione tendenziale, misurata sull'indice grezzo, è stata di -1,6 per cento. Nella media del 2010 la retribuzione lorda per ora lavorata ha registrato un incremento dell'1,2 per cento rispetto alla media dell'anno precedente. La retribuzione lorda per dipendente per la sola componente continuativa ha registrato un aumento dell'1,9 per cento rispetto a dicembre 2009 e dell'1,7 in media annua.
A dicembre, nelle grandi imprese dell'industria la retribuzione lorda per ora lavorata è aumentata (al netto della stagionalità) dello 0,9% rispetto al mese di novembre.

L'indice grezzo ha registrato una diminuzione dell'1,7% rispetto a dicembre 2009 e un aumento dello 0,3% nel confronto tra la media del 2010 e quella dell'anno precedente. La variazione tendenziale della retribuzione lorda per dipendente è stata di +2,3% rispetto a dicembre 2009 e di +1,7% nel confronto tra la media del 2010 e quella del 2009. Per la sola componente continuativa, si è registrato un aumento tendenziale del 3,2% a dicembre e del 2,6% nella media dell'anno. Nelle grandi imprese dei servizi la retribuzione lorda per ora lavorata ha segnato, al netto della stagionalità, una diminuzione dello 0,4% rispetto al mese precedente. In termini tendenziali, l'indice grezzo della retribuzione lorda per ora lavorata ha registrato una diminuzione dell'1,6%.

Nel confronto tra gennaio-dicembre del 2010 e il medesimo periodo dell'anno precedente vi è stata una crescita dell'1,8%. La retribuzione lorda per dipendente è aumentata, in termini tendenziali, dello 0,1% a dicembre e dell'1,4% nei dodici mesi del 2010. Per la sola componente continuativa, si sono registrati incrementi dell'1,1% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente e dell'1,3% nel confronto tra la media del 2010 e quella del 2009. Il costo del lavoro per ora lavorata nelle grandi imprese ha registrato, a dicembre, una variazione congiunturale di +0,4% (al netto della stagionalità). L'indice grezzo è diminuito dell'1,3% in termini tendenziali a dicembre ed è aumentato dell'1,2% nella media annua del 2010. Il costo del lavoro per dipendente è cresciuto dell'1,1% nel confronto tendenziale relativo al mese di dicembre e dell'1,5% in quello relativo alla media dell'anno.

Nessun commento:

Posta un commento