sabato 26 febbraio 2011

Porta a Porta e il maggiordomo Vespa

Porta a Porta e il maggiordomo Vespa

Nel Porta a Porta di ieri l' altro, dedicato alla rivolta in Libia, il maggiordomo Bruno Vespa e' stato in gran difficolta'.
Vespa 1Il giornalista, conosciuto in Rai come ''chi striscia non inciampa'' e pronto al baciamano al gran burattinaio,  vuole difendere ad ogni costo il suo cavaliere  e l' amico Gheddaffi, ma le notizie che arrivano dalla Libia sono drammatiche e niente puo' per sedare l' effetto choc. Immagini che lasciano attoniti anche i filoberlusconiani Maurizio Lupi e Anna Maria Bernini, due tipini che sono pronti a negare anche l' evidente pur di difendere il loro capo.
Quando passano le immagini delle fosse scavate nella sabbia il gran conduttore afferma: ''Non sono fosse comuni, si vede chiaramente''.
Egli filogovernativo, in pratica, ha avallato le affermazioni del sottosegretario alla presidenza del Consiglio,  Carlo Giovanardi, quello dell' attaccatura dei capelli alle sopraciglia (mia nonna avrebbe detto indice di poco sale in zucca) e del test antidroga ai parlamentari, che ha detto: "Le fosse comuni sono una bufala. In tutti i giornali di oggi in prima pagina c'e' la foto delle fosse comuni di Tripoli: la foto e' un normale cimitero libico'. Sono tombe molto curate, singole (vuoi mettere la comodita' di stare da solo anziche' buttato in fosse comuni, ndr)  e non mi possono far vedere quelle foto e dirmi che ci sono cosi' tanti morti: quelle foto sono una presa in giro perche' non giustificano i 10.000 e oltre morti: e chi lo dice? ''
Il sottosegretario e' anche quello che ha sostenuto che Stefano Cucchi è morto perché "anoressico, drogato e sieropositivo".
Il dramma per Vespa e' stato quando ha dovuto raccontare che un inviato del ''Corriere della sera'' e' stato picchiato. ''Come e' possibile - ha detto - Gheddaffi aveva promesso di accogliere a braccia aperte i reporter per dimostrare che non ci sono stati bombardamenti''.
A quel punto stava per strammazzare al suolo. 

I sali per farlo rinvenire! Subito!
Aveva ragione Ennio Flaiano: ''A furia di leccare, qualcosa sulla lingua rimane sempre''.

''...Cosi' e' se mi pare!''

Nessun commento:

Posta un commento