venerdì 25 febbraio 2011

Un uomo normale nel Paese degli zombie

Un uomo normale nel Paese degli zombie

Non so se Silvio Scaglia sia colpevole o innocente: lo stabilirà il processo, è ovvio.
Ma a uno che dopo un anno e rotti di galera dice «Rispetto la giustizia», nell’Italia del 2011, viene voglia di fare la ola.
Ci hanno talmente abituati, in questi anni, al principio di irresponsabilità, al decretino ad personam, al nessuno mi può giudicare, al conflitto di competenza, alle toghe rosse che da giovani baciavano il fidanzato in corridoio, che quando uno dice semplicemente “decideranno i magistrati’ ci viene da abbracciarlo: come se incontrassimo per sbaglio un essere umano normale, nel pianeta degli zombie.

Nessun commento:

Posta un commento