giovedì 12 gennaio 2012

Link Campus: università privata “irregolare”, ma approvata dalla Gelmini

Link Campus: università privata “irregolare”, ma approvata dalla Gelmini

Mariastella Gelmini, ministro uscente dell'Istruzione (Lapresse)
Mariastella Gelmini, ex ministro dell'Istruzione (Lapresse)
ROMA – L’ex ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini ha riconosciuto lo scorso ottobre l’università Link Campus a Roma come università italiana non statale. Un titolo assegnato senza l’ispezione e l’approvazione dell’Anvur, Agenzia nazionale di valutazione delle università, e dei Comitati regionali di coordinamento. L’ispezione è ordinata dal decreto del 23 dicembre 2010, senza non è possibile concedere il titolo. Le università italiane non statali salgono così a 19. Un università in più con cui spartire i fondi statali destinati alle università private. anche se la Gelmini ha dichiarato: “Il riconoscimento non determina oneri a carico dei finanziamenti statali”.
Vincenzo Scotti, il presidente della Link Campus, ha dichiarato: “Tutto è avvenuto alla luce del sole, nell’assoluta trasparenza”. Scotti ha detto che l’istituto ha subito due ispezioni nel 2007 da parte del Cnvsu, un precursore dell’Anvur, che ha rilasciato le autorizzazioni necessarie. La verifica però aveva il solo fine di riconoscere la validità dei titoli di studio che vengono rilasciati dagli istituti stranieri superiori che operano in Italia. Il link Campus infatti sarebbe una sede italiana dell’università di malta.
12 gennaio 2012 | 13:51

Nessun commento:

Posta un commento