martedì 5 agosto 2014

In dieci punti demoliscono la Costituzione

In dieci punti demoliscono la Costituzione.

Costituzione
LA LISTA. 1) Camera: l’Italicum conferma le liste bloccate del Porcellum, solo un po’ più corte 2) Senato: sarà formato da 100 senatori non eletti. Sindaci e consiglieri scadranno con le rispettive giunte: Palazzo Madama ridotto ad albergo a ore 3) Opposizione: i dissensi interni potranno essere spenti con il metodo Mineo: chi non garantisce il Sì in commissione potrà essere espulso e sostituito. L’opposizione sarà decimata dalle soglie dell’Italicum. La “ghigliottina” è istituzionalizzata 4) Capo dello Stato: potrà sceglierselo il premier (anche se ha preso soltanto il 20% dei voti) dopo il terzo scrutinio, quando la maggioranza scende al 51%. 5) Corte Costituzionale: chi va al governo (anche col 20%) controlla 10 giudici costituzionali su 15.
6) Csm: la pensione dei magistrati dagli attuali 75 anni a 70 decapita gli uffici giudiziari 7) Pm: per normalizzare le procure basta la lettera di Napolitano 8) Immunità: l’art. 68 sempre più strumento del governo per mettere i propri uomini al riparo dalla giustizia 9) Informazione: la Rai rimane dei partiti. Nessun intervento sul conflitto d’interessi 10) Cittadini: le firme per referendum e leggi d’iniziativa popolare passano da 500 a 800 mila e da 50 a 250 mila firme.
Da Il Fatto Quotidiano del 05/08/2014

Nessun commento:

Posta un commento