sabato 28 febbraio 2015

ITALIA Sanità, troppi 2,3 miliardi di tagli, pazienti e medici in allarme

da il manifesto
ITALIA

Sanità, troppi 2,3 miliardi di tagli, pazienti e medici in allarme


 Il taglio di 2,352 miliardi di euro al Ser­vi­zio sani­ta­rio nazio­nale per l’anno 2015 san­cito da Governo e Regioni fa paura alle asso­cia­zioni di pazienti e alle aziende del far­maco. «Con que­sta scelta pur­troppo il Ssn dovrà con­tare per la far­ma­ceu­tica su circa 220 milioni di euro in meno rispetto al 2014, che diven­tano 500 milioni in meno se si con­si­dera anche il taglio alle risorse per l’edilizia sanitaria.
Il tutto verrà sca­ri­cato ancora una volta sui red­diti delle fami­glie» spiega Tonino Aceti, coor­di­na­tore nazio­nale del Tri­bu­nale per i diritti del malato Cit­ta­di­nan­zat­tiva. Il risul­tato sarà, secondo l’associazione, quella di acuire i pro­blemi delle per­sone: Livelli Essen­ziali di Assi­stenza sem­pre meno garan­titi, taglio dei ser­vizi e com­pres­sione di diritti e tutele.

Pro­te­stano anche i medici dell’Anaao Asso­med, insieme a Fp Cgil e Fp Cgil Medici: «Ai 31 miliardi di tagli dei Governi Ber­lu­sconi e Monti se ne aggiun­gono altri 2 con il Governo Renzi, altro che cam­biare verso. Un atto di irresponsabilità».

Nessun commento:

Posta un commento