giovedì 19 marzo 2015

Consulta, 3 nomi a 5 stelle

da il manifesto
POLITICA

Consulta, 3 nomi a 5 stelle

Oggi pome­rig­gio alle 15 le camere si riu­ni­scono in seduta comune per l’elezione di due giu­dici della Corte costi­tu­zio­nale. Due, per­ché oltre al giu­dice che manca dall’anno scorso quando Forza Ita­lia non riu­scì a coprire il posto riser­va­to­gli dal Pd, si è aggiunto Ser­gio Mat­ta­rella nel frat­tempo salito al Qui­ri­nale. Siamo sem­pre lì, a demo­cra­tici e ber­lu­sco­niani che cer­cano un accordo a due e non lo tro­vano. Così oggi si rico­min­cia con la serie di sedute di attesa riem­pite dalle schede bian­che. Ser­vono tre scru­tini a vuoto per abbas­sare il quo­rum (da 2/3 a 3/5 dei par­la­men­tari). Solo il Movi­mento 5 stelle prende il pas­sag­gio sul serio, offrendo agli altri par­titi e all’opinione pub­blica una rosa di tre nomi scelti (ma da chi?) in base alle (ottime) com­pe­tenze. Si tratta della costi­tu­zio­na­li­sta Sil­via Nic­co­lai, dell’avvocato «anti Por­cel­lum» Felice Beso­stri e del costi­tu­zio­na­li­sta Franco Modu­gno. «Siamo ben dispo­sti a con­fron­tarci sui nomi da voi pro­po­sti», scri­vono i gril­lini a Renzi. Che non risponde.

Nessun commento:

Posta un commento