martedì 3 marzo 2015

Il falso storico di Piazza del Popolo “gremita”

Il falso storico di Piazza del Popolo “gremita”.

Piazza del popolo
Da due giorni la romana Piazza del Popolo di Matteo Salvini viene descritta come “piena” e “gremita” dalla gran parte dei quotidiani (a eccezione di Messaggero e Avvenire) che però non danno i numeri. Bene. I numeri sono questi: si va da un minimo di 12 mila a un massimo, forse, di 20 mila. Significa che la piazza era vuota a metà. Scrivere o affermare il contrario è un falso giornalistico destinato a diventare un falso storico. Alle 14 e 40, quando mancavano venti minuti alla manifestazione, la folla, a partire dal palco sotto al Pincio, non arrivava all’obelisco. Poi sono calati un paio di migliaia di fascisti di Casa Pound. A dimostrare il flop del sabato fascista è il confronto con altre piazze del Popolo.
Quella di Grillo, era il maggio del 2013, fu la più piena tra quelle convocate per la chiusura della campagna elettorale del Campidoglio (e si parlò di 10mila). In centomila arrivarono per le donne di “Se non ora quando” nel febbraio 2011. E lo stesso Berlusconi, il grande ignorato di sabato scorso, riuscì a radunare la stessa cifra nel marzo del 2013. Per Salvini non c’è solo l’overdose tv, ma anche quella di piazza.
Da Il Fatto Quotidiano del 03/03/2015.

Nessun commento:

Posta un commento