lunedì 30 marzo 2015

Ma mi faccia il piacere

Ma mi faccia il piacere (Marco Travaglio).

TotoProtezione incivile. “Abruzzo, i terremotati dovranno ridare i soldi alla Protezione civile. Gabrielli chiede alle famiglie delle vittime la provvisionale versata dopo la condanna in primo grado degli esperti della ‘Grandi rischi’” (Il Messaggero, 28.3). Così   imparano.   Le discese ardite. “Che origini   hanno i piloti   dell’autobus caduto???” (Daniela Santanchè, deputata FI, Twitter, 26.3). Lei è caduta   una volta sola, dal seggiolone, e le è bastato.   La frenata. “Infrastrutture, favorito Del Rio, Cantone frena” (la Repubblica, 21.3). Dev’essere sulla Salerno-Reggio Calabria.   Compro una S.”Alfano rivendica un ministero ‘pesante’. Vertice con il premier” (Corriere della sera, 27.3). Meno male. Per un attimo avevamo letto “pensante”.   Le pazze risate. “Ncd sempre più a sinistra. Nunzia De Girolamo protesta” (Libero, 27.3). Uahahahahahahah.   Libro e moschetto. “I Promessi sposi a scuola io li proibirei per legge” (Matteo Renzi, presidente del Consiglio, 23.3). Meglio il libro di Delrio.   Il prodotto non cambia.”Per il dopo-Lupi Renzi valuta l’ipotesi Speranza” (la Repubblica, 25.3).

Meglio la speranza Ipotesi.   Svendola. “Le dimissioni di Lupi sono doverose politicamente, non per profili penali” (Nichi Veldola, leader di Sel e presidente della Puglia, 20.3). Le sue invece, essendo indagato, sarebbero inopportune.   Tutti a Strasburgo. “Andrò alla Corte Europea” (Luciano Moggi, colpevole e prescritto per associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva, radiato dalla Figc, la Repubblica, 26.3). Vai, vai che sei in buona compagnia.   Bum bum bum. “Infrastrutture, blitz di Renzi: 700 opere per ripartire subito” (il Messaggero, pag. 8  , 27.3). “Renzi blinda l’Italicum. ‘Pronto alla fiducia’” (il Messaggero, pag. 11  , 27.3). “Lavoro, è boom di nuovi posti fissi” (il Messaggero, pag. 15  , 27.3). Ma questo non è il Messaggero: è l’Araldo.   La lingua del Merlo. “L’uomo che vendette la Pirelli ha divampato come una fiamma blasèe in questo paese, e la sua immagine di aristocarico borghese, cauto ed elegante, ricco e bello malgrado l’età che lo imbianca, mima drammaticamente e correttamente quel fuoco: chi è Marco Tronchetti Provera, uno degli uomini più controversi d’Italia? Il segreto della sua forza, dicono, si racchiude in una formula gelidamente geometrica: rapidità scaltrezza e resistenza…
Magro, la testa ricoperta di capelli d’argento sempre ben alta, la notevole statura, il volto dai lineamenti puliti e il naso sfrontato, appena ricurvo… avvolto da un pudore indecifrabile che gli ha sempre sigillato le labbra: mai una volgarità che si ricordi, con nessuno dei suoi tantissimi nemici, sempre smagliante e leggero a dispetto delle alterne fortune… Adesso Tronchetti vende la Pirelli, per sette miliardi,lavendeaicinesi.Avanzaspedito,con la sicurezza di una formica guidata dall’istinto” (Salvatore Merlo, “inchiesta su Tronchetti Provera”,IlFoglio,26.3).Epoidiconochenonci sono più le inchieste di una volta.  Agenzia Sticazzi. “Salvini privato: ‘La cotoletta alla milanese la cucino come nessun altro!’”. “Al mattino preferisco la focaccia alla brioche, il massimo è quella alle cipolle, solo che poi magari hai un comizio, un incontro, e non è il massimo… inoltre preparo una cotoletta alla milanese buonissima, con il burro e non con l’olio, secondo tradizione. Un’altra mia specialità sono le uova fritte al tegame con il formaggio fuso” (Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, intervista a DiPiù, 23.3). E poi dicono che non ci sono più le inchieste di una volta.   Decide Lui. “La minoranza rottami D’Alema e Bersani” (Matteo Renzi, premier e segretario del Pd, a proposito della minoranza interna al partito, laRepubblica, 28.3). Poi, se gli manca un leader, posso guidare io l’opposizione a me stesso, basta chiedere.   Franchi tiratori/1. “Tanti senatori tirano cocaina. I drogati abbondano nei partiti giovani,dove dilaga il cretinismo. Sniffano e blaterano” (Lucio Barani, senatore eletto nel Pdl poi passato a Gal, già celebre come sindaco di Aulla per avervi eretto il monumento a Craxi e alle altre “vittime di Tangentopoli” e aver proclamato il suo Comune “dedipietrizzato”, Libero, 28.3). Poi c’è chi riesce benissimo a essere cretino senza sniffare.   Franchi tiratori/2. “Fucilazione non letale. A prevederla è un emendamento choc a firma Lucio Barani, senatore di Gal, presentata al ddl anticorruzione. ‘Chiunque compia taluno dei reati di cui al precedente articolo 1 – si legge nella proposta di modifica – è punito con la fucilazione da svolgersi pubblicamente nella piazza principale della città ove ha sede il Tribunale competente per il territorio’. Ma la pena‘nonpuòcomportarelamortedelreo’”(Adnkronos, 25.3). Mal che vada, avranno il monumento in piazza.   De Girolamo Savonarola. “Ora voteremo solo le leggi che riteniamo giuste” (Nunzia De Girolamo, Ncd, La Stampa, 25.3). Ma lo faceva anche prima: lodo Alfano, scudo fiscale, legge Fornero…   Il Gattonapo. “Ma attenzione, io non mi arrendo ai gattopardi” (Pasquale Cascella, già portavoce di Napolitano al Quirinale, dopo le dimissioni da sindaco di Barletta, 26.3). Se è sopravvissuto per 7 anni a Napolitano, chi l’ammazza?   Alato dibattito. “Renzi gestisce il partito in maniera personale e arrogante” (Massimo D’Alema,21.3).“D’Alemasembraunavecchia gloria del wrestling, ed è ancora arrabbiato per Roma-Fiorentina” (Matteo Renzi, 22.3).Dalla Ditta all’Asilo Mariuccia.   Er mejo. “Orfini a D’Alema: ‘È finita l’era della meglio classe dirigente” (la Repubblica, 23.3). E’ l’ora della peggio.
Da Il Fatto Quotidiano del 30/03/2015.

Nessun commento:

Posta un commento