venerdì 3 aprile 2015

Ei Towers, anche la Consob boccia l’offerta impossibile

da il manifesto
ECONOMIA

Ei Towers, anche la Consob boccia l’offerta impossibile


Lo ha detto il con­si­glio d’amministrazione della Rai, lo ha con­fer­mato l’Antitrust e ora anche la Con­sob riba­di­sce: non è pos­si­bile pre­ten­dere di acqui­sire il 66,67% di una società vin­co­lata al man­te­ni­mento del 51% in mano pub­blica. L’offerta pub­blica di acqui­sto e scam­bio (Opas) lan­ciata da Ei Towers, la società delle torri tv con­trol­lata da Media­set, nei con­fronti di Rai­way, l’omologa società la cui mag­gio­ranza (attual­mente circa il 65%) è dete­nuta dalla Rai, non può essere appro­vata. Per­ché nelle con­di­zioni attuali — che il governo ha detto di non voler modi­fi­care — è irrea­liz­za­bile. Il pro­spetto dell’Opas inviato alla Con­sob è stato dun­que boc­ciato dall’Autorità dei mer­cati finan­ziari. La Con­sob lo ha annun­ciato a Ei Towers con un «pre­av­viso di rigetto» dell’offerta in cui si spiega che la deci­sione sarà presa anche «a fronte della non mani­fe­stata volontà, ad oggi, da parte dell’offerente», di eli­mi­nare o modi­fi­care la con­di­zione del rag­giun­gi­mento del 66,67% di Rai­way o comun­que del rag­giun­gi­mento di una par­te­ci­pa­zione di con­trollo della società delle antenne Rai. La stessa azienda pub­blica ha infatti giu­di­cato l’offerta «impro­ce­di­bile» e il governo ha appunto riba­dito l’intenzione di non scen­dere sotto il 51% in capo alla Rai.
Ei Towers avrà dieci giorni per pre­sen­tare le sue osser­va­zioni alla Con­sob, nel frat­tempo l’iter auto­riz­za­tivo dell’Opas viene inter­rotto. La società con­trol­lata da Media­set fa per ora sapere che for­nirà le pro­prie «osser­va­zioni e deter­mi­na­zioni» tenendo in «debito conto i fatti occorsi suc­ces­si­va­mente alla pro­mo­zione dell’offerta».

I fatti in realtà erano noti. E per que­sto Michele Anzaldi, vice­se­gre­ta­rio Pd della com­mis­sione di vigi­lanza Rai atten­tis­simo alla vicenda dell’Opas impos­si­bile, chiede chia­ri­menti. «Il rigetto dell’Opas sarebbe senza pre­ce­denti, spie­gano da fonti gior­na­li­sti­che. È oppor­tuno che la Con­sob chia­ri­sca subito se risponde al vero». Anzaldi chie­derà all’ufficio di pre­si­denza della Vigi­lanza Rai di valu­tare l’eventuale audi­zione di Giu­seppe Vegas, pre­si­dente della Con­sob. Il depu­tato aggiunge: «Che Ei Towers non potesse acce­dere al 66,7% di Rai­way era chiaro da subito. Resta il mistero del per­ché abbia voluto andare avanti. Ci sono inda­gini della Pro­cura e istrut­to­rie dell’Antitrust in corso. Tra l’altro in con­co­mi­tanza con l’annuncio di Opas, il titolo Rai­way ha fatto regi­strare incre­menti dei volumi di scam­bio e un forte cre­scita di valore, per cui c’è chi ha gua­da­gnato e chi ha perso». Quindi, con­clude Anzaldi, «è oppor­tuno che la Con­sob spie­ghi come stanno le cose, dopo che qual­cuno ha voluto far cre­dere che era immi­nente l’annessione delle torri del ser­vi­zio pub­blico alla galas­sia Media­set. E si aspetta ancora l’esito delle veri­fi­che che la Con­sob ha annun­ciato di aver avviato sui movi­menti intorno al titolo Rai­way dopo l’annuncio di Opas».

Nessun commento:

Posta un commento