giovedì 16 aprile 2015

G8, Pansa sospende dal servizio Fabio Tortosa. Aveva scritto su Fb: "Tornerei alla Diaz mille volte"

da repubblica.it

G8, Pansa sospende dal servizio Fabio Tortosa. Aveva scritto su Fb: "Tornerei alla Diaz mille volte"

Il capo della polizia: "Chi sbaglia paga, ma oggi la polizia è un'altra cosa". L'agente punito: "Io vittima sacrificale". Sospeso anche il vicequestore di Cagliari. Alfano: "Provvedimento giusto, abbiamo agito presto". Salvini: "A casa governo che punisce i poliziotti e libera i delinquenti"
G8, Pansa sospende dal servizio Fabio Tortosa. Aveva scritto su Fb: "Tornerei alla Diaz mille volte"

Fabio Tortosa, il poliziotto presente alla Diaz nel 2001 autore del post su Facebook 
"Fabio Tortosa verrà sospeso dal servizio". Lo ha annunciato questa mattina il capo della Polizia Alessandro Pansa a margine di un convegno a Roma, in merito alle frasi scritte su Facebook dal poliziotto sui fatti della Diaz, accaduti a Genova nel 2001. "Se c'è qualcuno che sbaglia verrà punito, perché sbaglia lui, non sbaglia la polizia che è sempre paladina della legalità e della libertà in tutti i suoi atteggiamenti, su questo non c'è dubbio".

Soddisfatto il ministro dell'Interno Angelino Alfano che ha scritto su Twitter:



La reazione di Tortosa è arrivata a stretto giro: "È un provvedimento sproporzionato, visto che non si capisce quale potrebbe essere l'articolo del regolamento disciplinare che avrei violato. Comunque ormai il danno è fatto, mi tutelerò nelle sedi legali".

"L'unica cosa che potrebbero contestarmi -ha proseguitoTortosa- è il 'nocumento all'immagine della Polizia', ma la pena massima prevista è ben lontana dal'essere la sospensione dal servizio".

"Sono una vittima sacrificale -ha concluso il poliziotto- quello che ho scritto su Facebook è sulle carte processuali da 14 anni: alla Diaz c'è stata tortura, ma non da noi del VII nucleo. Da parte di chi c'è stata? Vorrei saperlo anch'io. Con il senno di poi, non riscriverei quel post visto che stupidamente non avevo tenuto conto del fatto che per l'opinione pubblica avrebbe potuto avere un peso eccessivo".

Già ieri Tortosa aveva risposto alle domande di Radio Capital, affermando di non aver visto violenze quella tragica notte di quattordici anni fa e di non capire le critiche al suo post:

Diaz, il poliziotto del G8: "Non capisco le critiche, non ho commesso reati"



Proprio oggi Pansa, in una lettera a Repubblica, ha assicurato  che i poliziotti sono cambiati e un'altra Diaz non potrà più ripetersi : "Non abbiamo intenzione di sminuire quella vicenda. Reagiremo con procedure disciplinari", ha scritto.

"La sentenza di Strasburgo (che ha condannato l'Italia per tortura, ndr.) ha stigmatizzato con un segno negativo le vicende della Diaz", ha poi ribadito il capo della Polizia a margine del suo intervenuto di stamane a una conferenza alla Sapienza sulla violenza negli stadi. "Quel problema è stato analizzato e studiato e abbiamo trovato le contromisure - ha continuato Pansa - abbiamo lavorato e stiamo lavorando. Oggi i reparti mobili, la Polizia di Stato e le forze dell'ordine sono un'altra cosa, sono diverse. Abbiamo altri modelli comportamentali e altre tecniche operative. Siamo tutori e difensori della legalità e della democrazia".

Pansa  ha deciso di sollevare dall'incarico  anche il vicequestore di CagliariAntonio Adornato, comandante del Reparto Mobile (ex Celere) del capoluogo sardo, che aveva messo un 'like' al post pubblicato da Tortosa.

INCHIESTEDiaz, il processo

Ieri Giuliano Giuliani, il padre di Carlo - ucciso durante il G8 di Genova - ha scritto in una lettera aperta inviata a Sergio Mattarella che il presidente della Repubblica dovrebbe chiedere scusa a nome dello Stato per le "offese insopportabili pronunciate da un agente di Polizia".  Giuliani si riferisce alle parole scritte su Facebook sempre da Fabio Tortosa (che poi ha chiesto scusa): "Carlo Giuliani fa schifo e fa schifo anche ai vermi sottoterra".

Diaz, Giuliani: "Mattarella abbia il coraggio di chiedere scusa"



Tra le reazioni di indignazione per il provvedimento deciso da Pansa spicca quella di Matteo Salvini. "Un governo che punisce i poliziotti per parole scritte su Facebook, libera i delinquenti e mette in albergo i clandestini deve andare a casa il più presto possibile. Alfano dimettiti", ha detto il leader federale della Lega, attaccando direttamente il capo della polizia: "Pansa ha sbagliato mestiere: parla dei suoi uomini come se fino a qualche anno fa fossero stati dei macellai".

Nessun commento:

Posta un commento