venerdì 29 maggio 2015

Regionali, come ti aggiro il divieto sui sondaggi? Con le “corse clandestine”

Regionali, come ti aggiro il divieto sui sondaggi? Con le “corse clandestine”

di  26.05.2015 14:42 CEST
  • Il fantino Zac Purton su Aerovelocity durante la corsa KrisFlyer International Sprint del 2015 REUTERS/Edgar Su
  • Il gruppo con Alberto Contador in maglia rosa durante una tappa del Giro d'Italia 2015
    Il gruppo con Alberto Contador in maglia rosa durante una tappa del Giro d'Italia 2015 Reuters
  • Cavalli
    Il fantino Zac Purton su Aerovelocity durante la corsa KrisFlyer International Sprint del 2015 REUTERS/Edgar Su
  • Il gruppo con Alberto Contador in maglia rosa durante una tappa del Giro d'Italia 2015
    Il gruppo con Alberto Contador in maglia rosa durante una tappa del Giro d'Italia 2015 Reuters
1 of 2
“A partire dalle ore 24 di venerdì 15 maggio 2015 e fino alla chiusura dei seggi elettorali, è vietata la pubblicazione dei sondaggi…”. Così l’AGCOM annunciava il classico silenzio di 15 giorni che calava sulla pubblicazione delle rilevazioni sulle intenzioni di voto. Ma se si chiudono temporaneamente i cancelli degli istituti demoscopici, si aprono quelli della fantasia unita alle imbeccate.
Ed ecco che, come già accaduto durante le Politiche del 2013 o le Europee dello scorso anno, è un fiorire di corse clandestine, con nomi di fantasia associati a quelli dei veri candidati, mai nominati . Seitrezero.it ci informa che “si è corso nei giorni scorsi il Gp dell’Italia Centrale, prestigiosa corsa divisa in tre manches regionali e dagli esiti abbastanza scontati: a queste latitudini, infatti, Fan Idole e il suo fantino Fan Faron (già vincitore del Gp di Firenze) fanno storicamente segnare tempi di tutto rispetto…”
Si ‘corre’ anche nelle Marche dove “il campione uscente Scissienne non riesce a riconfermarsi sul gradino più alto del podio: il suo recente cambio di casacca – è passato da Fan Idole a Varenne, via Ipson Populaire – ha pesato non poco sulla prestazione e l’anziano puledro ha chiuso il miglio in soli 27″. Davanti a lui di ben sette lunghezze ha tagliato il traguardo Fan Bougie”.
Più chiaro di così.
Corsa particolarmente interessante in Campania…e senza vincitori: “I commissari di gara, vista la natura amichevole dell’evento, alla fine se la cavano assegnando l’ex aequo ai due cavalli (Fan Sherìf il rosso e Chaud’Or l’azzurro, ndr), con il tempo di 34,5”.
Benché seitrezero inviti a “diffidate delle imitazioni”, ScenariPolitici si diletta con il Giro d’Italia notturno, giunto alla seconda tappa (in terra umbra). Qui la fonte è la Tinkoff-Saxo (scritto con caratteri azzurri). “Come ci si aspettava Aru (rosso) è andato a vincere, ma ha staccato l’avversario solo sull’ultima asperità di giornata che quindi ha tenuto il distacco ridotto a solo una distanza e mezza. Da sottolineare la prestazione di Porte (arancione) che pur soffrendo è arrivato al traguardo con un ritardo di soli 1′19”30”.
E chi vuole intendere intenda. 

Nessun commento:

Posta un commento