venerdì 29 maggio 2015

Renzi: "Scommetto che nessun impresentabile sarà eletto"

da repubblica.it

Renzi: "Scommetto che nessun impresentabile sarà eletto"

Attesa per oggi la pubblicazione della lista stilata dalla commissione parlamentare Antimafia. Grasso risponde a chi ha chiesto di bloccare la divulgazione dei nomi: "Non si può interferire"
Renzi: "Scommetto che nessun impresentabile sarà eletto"
Da sinistra, il premier Matteo Renzi e l'ex sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, candidato alla guida della Regione Campania in quota Pd (ansa)

 "Mai visto dibattito così autoreferenziale e lontano dalla realtà" come quello sui candidati "impresentabili. Perché sono pronto a scommettere che, come tutti sanno ma nessuno ha il coraggio di dire, nessuno di loro - nessuno! - verrà eletto. Sono quasi tutti espressioni di piccole liste civiche". Lo scrive Matteo Renzi nella Enews.

Un'uscita che arriva nel giorno della pubblicazione della lista dei candidati 'impresentabili' alle elezioni regionali di domenica: alle 13, infatti, si riunirà la commissione parlamentare Antimafia e subito dopo i nomi dovrebbero essere resi noti. Ma nonostante le polemiche continuino, anche sul ritardo nella diffusione dei nomi, la ministra delle Riforme Maria Elena Boschi non ha esitato a dire che "le polemiche di questi giorni non aiutano a far sentire i cittadini più vicini alla politica e alla gestione del loro territorio". E proprio a margine di un incontro a Napoli con il candidato alla presidenza della Regione, Vincenzo De Luca, ha aggiunto sicura: "Abbiamo liste forti e competitive" e il Pd "ha saputo mettere in campo candidati di grande valore e competenza e al di sopra di ogni sospetto". De Luca stesso, del resto, si definisce "vittima di una vergognosa campagna mediatica" e la Boschi gli dà man forte aggiungendo che "la sentenza della Cassazione sulla legge Severino non cambia nulla. De Luca è candidabile ed eleggibile".

SEGUI LA DIRETTA

Sui lavori della commissione stamani è intervenuto Pietro Grasso, presidente del Senato: "La presidente di una commissione insieme all'ufficio di presidenza della commissione ha la piena disponibilità dei propri atti ed delle proprie azioni. Non rientra nei poteri del presidente di una delle Camere interferire su una commissione bicamerale". Una risposta a quei parlamentari che chiedono che venga fermata la pubblicazione dei nomi degli "impresentabili" da parte della commissione stessa.

Nessun commento:

Posta un commento