lunedì 11 maggio 2015

Un Nuovo Parlamento, tra riforma del bicameralismo e nuova legge elettorale

mercoledì 13 maggio, dalle 14.30 alle 18, a Roma, presso la sala S. Maria in Aquiro, piazza Capranica discuteremo nel merito delle riforme costituzionali e elettorali, mirando a esporre anche un’altra possibilità riformatrice.


Votato l’Italicum, il Governo tornerà sulle riforme costituzionali, secondo le linee d’azione che già abbiamo avuto modo di conoscere, all’interno di un disegno che, tanto più nella connessione con la riforma elettorale, sacrifica la rappresentanza e la partecipazione dei cittadini.
Discuteremo nel merito delle riforme costituzionali e elettorali, mirando a esporre anche un’altra possibilità riformatrice, mercoledì 13 maggio, dalle 14.30 alle 18, a Roma, presso la sala S. Maria in Aquiro, piazza Capranica.
Per una riforma costituzionale snella ed efficace, capace di rispettare gli unici impegni presi con gli elettori: la restituzione del diritto di scegliere gli eletti, la riduzione del numero dei parlamentari e il superamento del bicameralismo perfetto.
Per una soluzione diversa, più comprensibile e partecipata si sono impegnati, nei passaggi parlamentari, in particolare Pippo Civati alla Camera e alcuni senatori guidati da Vannino Chiti e Walter Tocci, al Senato. Le loro posizioni, dopo essere rimaste inascoltate per mesi, sembrano oggi molto più condivise e riconosciute come valide.
Cosa fare a questo punto?
Procedere spediti con una nuova riforma costituzionale snella oppure cercare (ancora) di modificare il sempre più lungo e complicato testo in discussione nelle Camere?
Ne discutono, con i partecipanti, alcuni studiosi e deputati e senatori della Repubblica.
Una riforma utile sembra ancora possibile. Non perdiamo un’altra occasione!
Per partecipare è necessario inviare una mail a associazionepossibile@gmail.com entro le ore 18.00 di lunedì 11 maggio. Si ricorda che – dato il luogo istituzionale – per gli uomini è necessario indossare giacca e cravatta.

Nessun commento:

Posta un commento