giovedì 16 luglio 2015

La scelta di Syriza

da il manifesto


↳ Il parlamento di Atene 
È notte ad Atene. Il parlamento approva le prime norme del nuovo memorandum della Troika con 228 sì e 64 il no. Il governo Tsipras resta in carica ma Syriza perde 38 voti su 149 (32 no e 6 astenuti). A favore i conservatori di Nea Demokratia, i centristi del Potami e Pasok. Contrari i comunisti del Kke e i nazisti di Alba dorata. Drammatico appello ai deputati di Tsipras: «Non saremo una parentesi, la nostra lotta continua»



EUROPA
La lunga notte di Tsipras
È notte ad Atene. Il parlamento approva le prime norme del nuovo memorandum della Troika con 228 sì e 64 il no. Il governo Tsipras resta in carica ma Syriza perde 38 voti su 149 (32 no e 6 astenuti). A favore i conservatori di Nea Demokratia, i centristi del Potami e Pasok. Contrari i comunisti del Kke e i nazisti di Alba dorata. Drammatico appello ai deputati di Tsipras: «Non saremo una parentesi, la nostra lotta continua»
— Pavlos Nerantzis


EUROPA
Grecia: "alleggerimento" del debito all'orizzonte
Primi effetti dell'ultimatum dell'Fmi agli europei: qualcosa si muove sul fronte del debito. "Trattamento equilibrato del debito perché la Grecia possa immaginare un avvenire che sia solo rimborso" per la Francia, mentre la Germania rifiuta un "haircut mascherato" ma apre all'allungamento della maturità. Ieri sera Eurogruppo, oggi decide (all'unanimità) il Consiglio: la Commissione propone un prestito-ponte di 7 miliardi su tre mesi, che sarà poi scalato dal montante del terzo piano. Riserve britanniche. Il parlamento francese approva a grande maggioranza l'accordo del 13 luglio, con grande confusione alla sinistra della sinistra. Venerdi' vota il Bundestag. Voto anche in Spagna
— Anna Maria Merlo


EUROPA
Tsitsovic: «Prima che ci buttino fuori, meglio dire no con orgoglio»
Tonia Tsitsovic (Syriza), una dei 109 firmatari del no all'accordo
— Angelo Mastrandrea


L'INTERVISTA
Galbraith: «Per Syriza missione impossibile»
Secondo l’economista, amico e "consigliere" di Varoufakis, la sinistra non può cambiare l’Europa. Uscire dall'euro sarebbe doloroso, ma rimanerci a queste condizioni è inaccettabile
— Thomas Fazi


EUROPA
'Oxi' e molotov, anarchici a piazza Syntagma
— Redazione


COMMENTI
Atene, «liberalizzazioni» all’italiana
Il pacchetto della Troika impone la stessa ricetta sperimentata con i governi Prodi, Ciampi, Amato e Dini
— Nico Perrone


COMMENTI
Una sconfitta che rivela la natura di questa Europa
— Marco Bersani


COMMENTI
Le buone analisi non bastano più
Nella nostra epoca la pratica culturale non basta se non scatta il senso della realtà e la consapevolezza dell’urgenza di una soggettività che organizzi le forze disperse
— Piero Bevilacqua


EUROPA
Se l’orizzonte è il sistema tedesco
— Paolo Pini, Roberto Romano

Nessun commento:

Posta un commento