lunedì 21 settembre 2015

Elezioni Grecia. Alexis Tsipras vince per la terza volta. Ma con meno gente

da Huffington post
Angela Mauro Headshot



Elezioni Grecia. Alexis Tsipras vince per la terza volta. Ma con meno gente (FOTO, VIDEO)


TSIPRAS

"Ora dobbiamo continuare la lotta iniziata 7 mesi fa e governeremo per i prossimi 4 anni! La nostra bandiera e quella di Anel è quella dell'onestà". Pochi minuti di discorso, camicia bianca come sempre, il sudore della tensione e del caldo di Atene,Alexis Tsipras arringa la folla radunata al tendone di Syriza in piazza Klothmonos, a due passi da Syntagma. È la sua 'terza' vittoria da quando è in sella al governo ad Atene: le elezioni di gennaio, il referendum di luglio e queste elezioni di settembre. Vince nonostante la scissione di Syriza. Ma vince con meno gente.
Close
La festa di Syriza
1 di 14 
 
ap


Non è solo il dato dell'astensionismo, in aumento di dieci punti rispetto al 64 per cento di elettori che si sono recati alle urne a gennaio. C'è anche quello della piazza. A Klothmonos c'è una folla tutto sommato ridotta. Molto ridotta rispetto a quella della sera del 5 luglio scorso, la sera dell'oxi, no alle richieste della Troika, quando Atene fu inondata da fiumi di folla festante ovunque. Ma questo Tsipras se lo aspettava. Non a caso, parlando dal piccolo palco improvvisato, promette: "La crescita arriverà aiutando i più deboli...". Punta a riconquistare chi non ci ha creduto. Lui invece non ha mai avuto dubbi. Nonostante i sondaggi che lo davano testa a testa col neo leader di Nea Demokratia Vangelis Meimarakis. "Vinceremo", ha anticipato stamane incontrando la delegazione italiana di Sel, guidata dal capogruppo alla Camera Arturo Scotto. Calmo e sicuro, contento anche del recente gemellaggio tra una squadra di calcio greca, il Panathinaikos, e la Roma, che "è una grande squadra", ha detto il premier uscente e rieletto ai vendoliani.
'Bella ciao' immancabile, i canti greci di lotta, Patti Smith e la sua altrettanto immancabile 'People have the power', la bandiera degli italiani de 'L'altra Europa con Tsipras' che non smette di ondeggiare nella e sulla folla. In piazza lo aspettano così. Niente di nuovo e tanta felicità. Lui è breve nel discorso, pur caloroso. Ed è breve anche nelle decisioni sul governo. Il dato elettorale è chiaro: a Syriza vanno 145 deputati. Gliene mancano 5 per la maggioranza. Tsipras non ha dubbi nemmeno in questo caso: stesso governo di prima, con Anel. E la folla di sinistra resta festante anche quando il leader chiama sul palco Panos Kammenos, l'ex ministro della Difesa, leader della formazione di destra anti-Troika Anel, tutta voto religioso ortodosso e dei militari. Già stanotte l'incontro con lui per formare il governo.
Guarda anche: Syriza in vantaggio negli exit poll e parte "Bandiera rossa"
Veloce. Come veloce è stata tutta questa storia: memorandum, scissione, dimissioni, voto anticipato. Tutto in poco più di due mesi. E ora la battaglia con l'Ue. L'ha spiegata per bene la vice ministra degli Affari sociali, Theano Fotiou oggi alla sede di Syriza, incontrando tutta la delegazione italiana, Sel e Altra Europa con Tsipras. "Ci sono dei punti del memorandum che abbiamo lasciato apposta oscuri: le relazioni sul lavoro, le tasse sulla prima casa, il fondo di gestione del demanio pubblico", ha spiegato questa donna sulla cinquantina, architetto di professione, nonché attivista della rete 'Solidarity for all' che si occupa di distribuzione di aiuti ai più deboli. Rete che proprio oggi ha ricevuto in dono 30mila euro portati dall'Italia dall'Arci, frutto di una colletta tutta italiana.
"Vincere in condizioni di memorandum è un'impresa storica", prevedeva Fotiou. "Non difendiamo questo memorandum, non lo adottiamo così com'è", anche se, ha aggiunto, sapevamo da febbraio che avremmo dovuto firmarlo perché in sette mesi di governo Tsipras ben 120milioni di euro sono stati trasferiti all'estero: avevamo bisogno di fondi. Fino a giugno, ben quattro volte siamo stati sul punto di trovare un accordo con l'Ue, poi loro cambiavano le carte in tavola... Ora puntiamo a un buon accordo".
"Qui ad Atene si fa così", dicono a Syriza citando Pericle. Soddisfatti di aver retto nell'Attica, la regione di Atene che per la verità dava pensiero prima del voto. E poi Salonicco, altra grande città, e nelle zone popolari del Pireo. Anche la festa però dura poco: al lavoro, da domani si ricomincia con Angela Merkel e Wolfgang Shauble.
Guarda anche: Bandiere rosse e gin tonic: Tsipras vince e al quartier generale apre l'angolo cocktail

Close
Alexis al voto
1 di 13 
 
reuters

Close
Lo sfidante Meimarakis
1 di 8 
 
reuters
 condividi
 tweet
PUBBLICITÀ


"Non ha vinto Syriza, ha vinto Tsipras"

Enrico Letta
ansa

Enrico Letta applaude Alexis


Nessun commento:

Posta un commento