mercoledì 9 settembre 2015

Il Senato dei nominati avrà facce come queste

Il Senato dei nominati avrà facce come queste (FERRUCCIO SANSA)

cota-formigoniENTI DANNOSI.

Negli ultimi anni le Regioni hanno prodotto soprattutto scandali e arrestati.

Un Senato delle Regioni.Quegli enti travolti dagli scandali più clamorosi. Eppure la riforma renziana prevede che i nuovi senatori siano proprio consiglieri regionali,74, assieme a 21 sindaci e 5 “personalità” scelte dal Quirinale.  MAFIA E CRIMINALITÀ   Lombardia Un ex assessore di Formigoni, Domenico Zambetti è sotto processo per voto di scambio, concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione. Il suo arresto nel 2012 accelerò la caduta del Governatore (14 inquisiti tra assessori e consiglieri).  
Lazio Nel mirino dell’inchiesta Mafia Capitale, Luca Gramazio, ex consigliere regionale Pdl.   Campania L’aggravante del metodo mafioso ha colpito il consigliere Ncd Pasquale Sommese, indagato in un’inchiesta su appalti pubblici.   Calabria Nel 2010, la casa del boss Giuseppe Pelle di San Luca era luogo di pellegrinaggio per i candidati alle regionali. L’incontro più importante tra il capocosca della Locri-de e l’ex sindaco di Bagnara, Santi Zappalà, eletto consigliere regionale (Pdl) e pochi mesi dopo arrestato per aver chiesto i voti della ‘ndrangheta. Zappalà è stato condannato (non in via definitiva) a 2 anni e 8 mesi per corruzione elettorale aggravata dalle modalità mafiose .Ora è in carcere per aver pagato 400 mila euro i voti per le Regionali 2010.   Sicilia Due dei tre ultimi governatori condannati. Salvatore Cuffaro in via definitiva a 7 anni per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra e rivelazione di segreto istruttorio. Raffaele Lombardo in primo grado a 6 anni e 8 mesi per concorso esterno.   CORRUZIONE&C.   Lombardia L’ex governatore Roberto Formigoni è imputato per corruzione con l’accusa di aver garantito finanziamenti milionari in cambio di “utilità”, tra cui i famosi viaggi ai Caraibi. Ne dovrà rispondere con l’ex assessore alla Sanità, ciellino, Roberto Simone. Un altro ex assessore alla Sanità, il leghi-s t a L u c i a n o Bresciani,èindagato in un procedimento collegato (coinvolto Formigoni). L’ex assessore all’Ambiente Massimo Ponzoni (Fi) è stato condannato in primo grado a 10 a n n i e m e z z o . Franco Nicoli Cristiani, ha patteggiato 2 anni.   Emilia Romagna Vasco Errani, ex governatore Pd, si è dimesso dopo la condanna in secondo grado a un anno per falso ideologico. Nel 2015 la Cassazione annulla e rinvia in appello.   Campania Il governatore dem Vincenzo De Luca è condannato in primo grado per abuso d’ufficio. Rischia l’arresto per concorso esterno in associazione camorristica Alberico Gambino (Fli).   Calabria Per falso in atto pubblico e abuso d’ufficio, l’ex governatore Giuseppe Scopelliti (ex Pdl e Ncd) è condannato a 6 anni (primo grado). Dall’inchiesta, emersi artifizi contabili nella gestione del Comune di Reggio, poi sciolto per mafia.   Sicilia Truffa da 100 milioni della formazione professionale: imputato il presidente del Ciapi, ultimo arrivato all’assemblea regionale (Pd), Francesco Riggio. Con lui un senatoree4deputatiedexdeputati regionali di centrodestra.   SPESE PAZZE   Piemonte Pochi consiglieri dell’era leghista di Cota si sono salvati dall’inchiesta spese pazze: 14 hanno patteggiato, 4 sono stati condannati in abbreviato, 24 a processo.   Lombardia Ben 56–di tutti gli schieramenti – gli ex consiglieri (5 rieletti nel 2013) rinviati a giudizio per “spese pazze”. Tra queste banchetti di nozze e pernottamenti al meeting di Cl. I nomi più noti: Renzo Bossi e Nicole Minetti.   Emilia Romagna 39 consiglieri dell’Emilia Romagna, legislatura 2010-2014, rischiano il processo per peculato per le cosiddette “spese pazze”.   Liguria Indagato mezzo consiglio della passata legislatura Burlando. Dal Pd al Pdl. Soprattutto l’Idv (due vicepresid e n t i d e l l a Giunta arrestati). Diversi gli indagati rieletti: Edoardo Rixi, assessore e braccio destro di Giovanni Toti e Matteo Salvini. Poi Francesco Bruzzone (presidente del Consiglio, Lega) e Matteo Rosso (Fli).   Lazio L’ex capogruppo Pdl in Regione, Franco Fiorito, è stato condannato con rito abbreviato a 3 anni e 4 mesi. Il “Batman” di Anagni era accusato di peculato per essersi appropriato di oltre un milione. Si indaga anche sulle spese del gruppo Pd.   Campania Degli indagati con richiesta di rinvio a giudizio di Rimborsopoli sono stati rieletti Carmine Mocerino (Caldoro Presidente) e Nicola Marrazzo (Pd).   CalabriaArrestato l’assessore regionale Nino De Gaetano. Coinvolti una trentina di ex consiglieri della precedente consiliatura tra cui il senatore dell’Ncd Giovanni Bilardi: oggi si vota l’autorizzazione all’arresto.  Sardegna Un centinaio i consiglieri sardi finiti nella prima “rimborsopoli” d’Italia che coinvolge tutte le forma-z i o n i d e l l e l e g i s l a t u r e 2004-2009 e 2009-2014. Tra gli indagati Francesca Barracciu (Pd, per la quale è stato chiesto il rinvio a giudizio), sottosegretaria alla Cultura.   SANITÀ E AMBIENTE   Liguria La vecchia giunta di Claudio Burlando era stata indagata in blocco nell’inchiesta sulla centrale a carbone di Vado. Ben tre ex assessori sono oggi consiglieri regionali: Giovanni Barbagallo, Raffaella Paita e Pippo Rossetti (vice-presidente del consiglio). Indagato anche Angelo Vaccarezza (capogruppo di Forza Italia).   PugliaRaffaele Fitto, governatore dal 2000 al 2005, deve affrontare il secondo grado del processo La Fiorita sul maxi appalto da 198 milioni per la gestione di 11 residenze sanitarie assistite. Nichi Vendola (2005-2015), è stato rinviato a giudizio con l’accusa di c o n c u s s i o n e a g g r a v a t a nell’ambito del processo sull’Ilva.
Articolo intero su il Fatto Quotidiano del 09/09/2015.

Nessun commento:

Posta un commento