lunedì 7 settembre 2015

La rottamazione si è fermata a Cernobbio

La rottamazione si è fermata a Cernobbio

C’era una volta il presunto rottamatore che snobbava il forum di Cernobbio.
Togliamo «il paese dalle mani dei soliti noti, quelli che vanno in tutti i salotti buoni a concludere gli affari di un capitalismo di relazione ormai trito e ritrito. Questa è la rivoluzione culturale che serve all’Italia: spalancare le finestre e fare entrare aria nuova». (Dalcorriere )
E anche nell’intervista a Tempi:
«No, a Cernobbio non vado. Togliamo l’Italia dalle mani di quelli che vanno nei salotti buoni. L’establishment che storce il naso è lo stesso che ha rovinato il Paese».
Nel 2015, lo stesso Renzi si siede in quel salotto buono, accolto da Marcegaglia (nominata da Renzi in Eni), da Serra (l’amico finanziere), Todini.
E racconta agli imprenditori del salotto buono, quelli che vivono di relazioni e favori quello che vogliono sentirsi dire.
La rottamazione non è arrivata a Cernobbio.

Nessun commento:

Posta un commento