venerdì 17 novembre 2017

PECCATO



dalla enews 498 di Matteo Renzi:
Pensierino della sera.
''Per anni ho detto che l'Italia sarebbe ripartita a condizione di fare le riforme e smetterla con la rassegnazione. All'inizio della legislatura il PIL era a meno 2, adesso sfiora più 2 se guardiamo i dati usciti (il coraggio paga)''.



PECCATO CHE L' ITALIA RESTI ULTIMA IN EUROPA
sulla crescita per tutto il nuovo periodo coperto dalle previsioni della Commissione Ue, cioè 2017, 2018 e 2019.
PECCATO CHE
Il debito italiano «scenda solo marginalmente».
PECCATO CHE
«La ripresa economica in Italia accelerI nel 2017 grazie alla domanda esterna e domestica, ma i venti di coda in rallentamento e le più basse prospettive di crescita nel medio periodo modereranno la crescita» nei prossimi due anni.
PECCATO CHE 
Il tasso di disoccupazione salga all'11,3% (+0,2 punti percentuali), quello giovanile si attesta al 35,5% (+0,3 punti).
PECCATO

Nessun commento:

Posta un commento